gototopgototop

Maurizio Artusi
A Sant'Agata di Militello, un Gran Galà ed un Gran TerritorioPDFStampaE-mail
Giovedì 21 Agosto 2014 17:56
Scritto da Maurizio Artusi


Vai a: aggiornamenti, valutazioni, schede, indirizzi e riferimenti dell'articolo

Santagata2014 00Vista di Sant'Agata dalla strada per AlcaraLa zona costiera dei Monti Nebrodi si compenetra perfettamente con la parte montana, grazie alla poca distanza tra i mari ed i monti, accrescendo la dotazione culturale, paesaggistica e ovviamente enogastronomica di quegli stupendi territori. I due intensi giorni da me trascorsi a Sant'Agata di Militello il 16 e 17 Agosto 2014, mi hanno consentito di esplorare meglio paesi e gastronomia, ma soprattutto di seguire un giovane chef che, dopo Palermo, è emerso anche in quei luoghi: Gioacchino Sensale, pluripremiato membro, ormai da più di dieci anni, del Culinary Team Palermo.

Santagata2014 01Lo Chef Gioacchino SensaleIl mio viaggio inizia grazie alla manifestazione del Gran Galà dell'Estate, giunto quest'anno alla sua decima edizione fortemente voluta dalla locale amministrazione di Sant'Agata di Militello, oggi guidata dal Sindaco Carmelo Sottile. Una vera e propria kermesse con Marina Suma come madrina e durante la quale, nella serata di Sabato 16 Agosto, tra sfilate di moda di importanti stilisti ed artisti di levatura nazionale, sono stati assegnati riconoscimenti alla carriera a personaggi locali ed eletti Mister Italia Sant'Agata di Militello, Mister Eleganza, Mister Cinema, Mister Fitness e Boy Italia per le rispettive selezioni nazionali. L'evento è stato organizzato da Michele Fallo con Saro Parisi e condotto da quest'ultimo, un presentatore che per bravura e professionalità, nonchè per conterraneità, viene giustamente accostato a Pippo Baudo. Nell'ambito dei riconoscimenti professionali consegnati durante la serata, uno dei premi "Protagonisti d'oggi 2014" è stato conferito a Gioacchino Sensale, solo da pochi mesi impegnato nell'insegnamento presso una scuola professionale locale.

Santagata2014 02Palazzo Gallego e la mostra degli antichi mestieriDomenica 17 Agosto, invece, presso il Palazzo Gallego di Sant'Agata di Militello, si è svolto un convegno della serie "Coltiviamo sviluppo...", dal titolo: "Le risorse della ruralità: dagli antichi mestieri al turismo enogastronomico", anticipato da una mostra di artigianato. Alla presenza delle autorità locali, rappresentate dal Sindaco Carmelo Sottile e dall'Assessore al Turismo e Beni Culturali Nino Testa, con la moderazione del conduttore Saro Parisi, il dirigente della Soat locale Pippo Ricciardo, ha chiarito subito che il termine rurale non va inteso come riguardante soltanto il comparto agricolo di un territorio, bensì la sua totalità, quindi comprendente anche quei mestieri in via di scomparsa che una volta lo sostenevano economicamente e che potrebbe tornare a farlo ancora oggi e pertanto diventare anche un volano turistico. Di pregevole valore storico, invece, l'intervento del Prof. Massimo Ioppolo Presidente del Museo Storia Patria di Tortorici, incentrato sugli antichi mestieri e sull'arte campanaria tortoriciana. Il convegno è stato chiuso dalla relazione del Prof. Nicolò Romano, dell'Associazione AmbienteSicilia, appassionato botanico e profondo conoscitore di più di 200 varietà vegetali del territorio nebroideo, da lui raccolte e coltivate in un appezzamento di terreno presso Alcara Li Fusi, e dal buffet di Bontà Nostra, una salumeria di Sant'Agata attiva anche nel catering, ideata e condotta da Salvatore Armeli seguendo dei principi di qualità insoliti per una provincia, ma anche per la grande città.

Santagata2014 03Hotel Palazzo FortunatoHotel Palazzo Fortunato

Fino a poco più di un anno fa, a Sant'Agata di Militello, mancava una struttura ricettiva di alta categoria in grado di attirare un turismo sempre più esigente. Oggi, l'offerta alberghiera della zona è stata colmata dalla volontà imprenditoriale di una famiglia di Messina, composta dai fratelli Giuseppe ed Elena Smidile, che hanno acquisito e ristrutturato un importante bene architettonico, ormai abbandonato dalla Curia locale, portandolo così a nuova vita. Palazzo Fortunato di via Peschiera a Sant'Agata ha subìto un complesso restyiling, in esso oggi predominano architettura e arredamento moderno e funzionale, con degli innesti antichi chiaramente provenienti dalla struttura originale, caratteristici sono infatti gli affreschi e le decorazioni, totalmente recuperati, presenti nella suite. In sostanza, un 4 stelle che mancava in quel territorio e che, grazie all'accoglienza dei fratelli Smidile, rappresenta oggi un'importante risorsa della ricettività di Sant'Agata. I prezzi, contrariamente a ciò che si possa pensare, nonostante la categoria ed i servizi, sono molto interessanti soprattutto rispetto ad alberghi analoghi o di categoria inferiore.

Santagata2014 08Lo Chef Franco Agliolo nella sua cucinaRistorante Ambrosia

Di questo locale avevo sentito parlare bene, pertanto, armato di fotocamera e faretto, mi sono incamminato verso Alcara Li Fusi per redigere una dettagliata recensione che vi proponqo qui. Franco Agliolo nei suoi piatti, non applica tecniche di trasformazione complicate, tranne che per le particolari cotture a bassa temperatura e sottovuoto utilizzate in quasi tutte le carni pertanto, le materie prime, non sono mai stravolte, piuttosto egli gioca molto con gli abbinamenti tra sapori, proponendo al cliente una ricetta della tradizione locale o italiana in generale, vista però da un'angolatura che riassume il suo pensiero di quel particolare momento.

Santagata2014 04Pippo Borrello tra i suoi prosciuttiTrattoria Fratelli Borrello

Transitando in prossimità del paese di Sinagra, come non approfittarne per incontrare Pippo Borrello che, insieme ai fratelli Franco e Graziella, sono i creatori di un importante punto di riferimento per la ristorazione agrituristica locale. A parte i riconoscimenti di guide e giornali, quello che poi alla fine conta è il gradimento del pubblico, che nel corso di tanti anni non è mai mancato, anzi, è andato sempre aumentando. Il merito va individuato prevalentemente nella qualità dei prodotti offerti, dal suino nero allevato in proprio ai salumi e formaggi prodotti all'interno dell'azienda agricola, cardini di un successo che non consente più margini di errore.

Santagata2014 05Attilio Faranda con il suo MyrtusLa Casa della Natura

Sempre a Sinagra, è recentemente nato un liquorificio che presta molta cura alle materie prime utilizzate ed hai processi di produzione. Attilio e Rossana Faranda, rispettivamente padre e figlia, ci tengono a proporre un prodotto che lasci il segno nel palato dei propri clienti. Le loro etichette più richieste sono quelle dell'Agrumello, un sapiente mix di limoni, arance e manderini locali e del Nocciolino, preparato con le famose nocciole dei Nebrodi. Fanno parte dell'offerta anche il Myrtus, il Nocino, il Prugnolino tutti prodotti con i frutti del rigoglioso Parco dei Nebrodi, ma anche un innovativo liquore al cioccolato piacevolmente aromatizzato all'arancia.

Santagata2014 06Le tre etichette del Birrificio EpicaBirrificio Epica

Sarà un caso, ma a Sinagra, dopo la Birra Irias nel vicino paese di Torrenova, è recentemente sorto un altro birrificio che sta iniziando a far girare la testa a numerosi appassionati di birra artigianale, e non per l'alcol dei suoi prodotti. Inaugurato lo scorso 5 Luglio 2014 e subito presente alla mia MonrealeDOC il 6 e 7 dello stesso mese, hanno affiancato alla Eolo, prima loro etichetta bionda stile Pale Ale, anche una rossa American Pale Ale chiamata Polifemo, ed attualmente è fermentazione anche la Waizen Cerere.

Santagata2014 07Birrificio IriasBirrificio Irias

Di Irias ormai ho detto di tutto e di più, ho già pubblicato parecchio materiale su di esso, ma lo cito perchè comunque rappresenta un'azienda di quel territorio che ha deciso di applicare la qualità, condita con un bel po' di originalità, ai suoi prodotti. E' ormai famosa la Indica, birra al ficodindia che mi fregio di avere tenuto a battesimo in un mio laboratorio a Roccapalumba, un paio di mesi prima che uscisse sul mercato, e dopo nei miei Abbirriamo, ma ci sono anche altre etichette, l'Ambra, l'Aura, la Nigra e la Rubra, tutte interessanti e per qualunque palato.



 



Valutazione CucinArtusi.it in "artusini":




Schede e indirizzi utili:


    Tags:

     

    Su questo sito web si può liberamente leggere
    e spero che possiate anche imparare qualcosa di nuovo,
    ma una cosa vi raccomando: non rubate materiali e idee,
    non rubate per rispetto del lavoro altrui,
    non rubate perchè perdereste l'onestà,
    non rubate perchè diventereste dei ladri,
    non rubate perchè i furti non si possono nascondere a lungo,
    non rubate perchè tanto non riuscirete mai a copiare l'originale,
    non rubate perchè ciò non indica mai furbizia, ma tanta inettitudine
    e chi ruba anche una sola volta sarà ladro e inetto per sempre.
    -------
    Il materiale presente all'interno di questo sito è frutto originale
    del suo autore ed è quindi protetto da copyright.
    E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione di CucinArtusi.it.
    Tutte le valutazioni espresse nel sito sono da considerarsi
    libere opinioni dell'autore delle stesse.

    Licenza Creative Commons
    CucinArtusi.it by Maurizio Artusi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

    Facebook

    Twitter

    YouTube

    Cerca produttori

    Il video di CucinArtusi.it