gototopgototop

Maurizio Artusi
Berna a Palermo: Pillola N.2PDFStampaE-mail
Venerdì 22 Ottobre 2010 23:40
Scritto da Maurizio Artusi


Vai a: aggiornamenti, valutazioni, schede, indirizzi e riferimenti dell'articolo

Scherzando, un giorno, scrivo a Vanni, un sommelier veneto che racconta di vino su CucinArtusi, dicendogli che con tutti questi articoli, su vini a me sconosciuti, mi ha fatto venire l'acquolina in bocca, e lui che fa ? Mi manda sei bottiglie da assaggiare ! Obbligatorio per me scrivere delle sensazioni provate durante un'esperienza di sapori così diversi da quelli siciliani a cui sono tanto abituato.

Ed ecco le "Pillole di Berna", sei articoletti dove mi sono divertito, da hobbista, ad assaggiare e a raccontare i "Vini di Berna".


Pillola N.2: Ragazzi... che corpo esagerato !

Pinot_bianco-Otmar_MairEro giunto all'ultima settimana di ferie agostane, davanti ad un profumatissimo roastbeef di maiale appena sfornato. Cosa ci bevo sopra ? Che domande, una bella bottiglia "di Berna" presa a caso ! Considerando che non conosco nessuna delle etichette, vado a occhio più che a naso.

Che sarà mai ? Etichetta è quasi tutta in tedesco, almeno le informazioni salienti, come il vitigno purtroppo. Lo apro, mi rendo conto subito che anche questo vino deve "respirare" un pò, anno 2007 recita l'etichetta, almeno i numeri si capiscono.

I profumi sono agrumati, abbastanza intensi, anche di mela più o meno verde, ne prendo un sorso e in bocca risulta sin da subito un corpo assolutamente inconsueto, una strana vena leggermente abboccata pervade il mio palato ma che fa a pugni con una spiccata, secondo me esagerata, acidità, poi nel finale, rieccoti di nuovo la mela. Giro la bottiglia e leggo la gradazione alcoolica: 14, riguardo il bicchiere, si, è bianco ! O meglio, è un bianco di un giallo carico, leggermente ramato, come uno chardonnay di lunga barrique. Arrivato a questo punto poso tutto e vado su internet, finalmente saprò cosa sto bevendo. L'azienda in questione è situata in Alto Adige, si tratta della Tenuta Bessererhof del Sig. Otmar Mair, originale produttore di vino che intitola le bottiglie col suo nome. Il vitigno è il Weissburgunder e cioè un Pinot Bianco, bastava rifletterci un pò per arrivarci, weiss, tradotto in italiano, vuol dire bianco. Un vino di gradazione esagerata, un pinot irriconoscibile, almeno per me, ma penso anche per altri più esperti di me.




 



Valutazione CucinArtusi.it in "artusini":




Schede e indirizzi utili:


    Tags:

     

    Su questo sito web si può liberamente leggere
    e spero che possiate anche imparare qualcosa di nuovo,
    ma una cosa vi raccomando: non rubate materiali e idee,
    non rubate per rispetto del lavoro altrui,
    non rubate perchè perdereste l'onestà,
    non rubate perchè diventereste dei ladri,
    non rubate perchè i furti non si possono nascondere a lungo,
    non rubate perchè tanto non riuscirete mai a copiare l'originale,
    non rubate perchè ciò non indica mai furbizia, ma tanta inettitudine
    e chi ruba anche una sola volta sarà ladro e inetto per sempre.
    -------
    Il materiale presente all'interno di questo sito è frutto originale
    del suo autore ed è quindi protetto da copyright.
    E' vietata la copia, anche parziale, senza esplicita autorizzazione di CucinArtusi.it.
    Tutte le valutazioni espresse nel sito sono da considerarsi
    libere opinioni dell'autore delle stesse.

    Licenza Creative Commons
    CucinArtusi.it by Maurizio Artusi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

    Facebook

    Twitter

    YouTube

    Cerca produttori

    Il video di CucinArtusi.it